SYNERGO RETE: I SERVIZI A VALORE AGGIUNTO

 

Descriviamo le fasi e i relativi servizi messi a disposizione delle aziende che aderiscono alla rete.

 

AUDIT

 

All’adesione dell’azienda verrà fatta una valutazione sullo stato di salute dell’azienda esaminado tutti i profili della stessa (economico, finanziario, personale, marketing ecc.ecc.) con particolare riguardo il nuovo codice della crisi di cui la segnalazione dei parametri diventano obbligatori per tutte le aziende dal 2020.

Tale servizio è gratuito per le aziende retiste ed è condotta dalla società di consulenza direzionale e di revisione Gruppo ECP

 

 

 

ASSESSMENT AZIENDALE, GESTIONE E RISOLUZIONE DELLE CRITICITA’

 

Questo servizio è propedeudico e dipendente dal servizio di audit allorquando vengono verificate delle non conformità su uno o più  processi aziendali. Viene fatta una programmazione tramite un project management di risanamento aziendale teso, ovviamente, alla risoluzione delle problematiche. 

Tale servizio viene valutato economicamente a secondo del caso. Per le aziende retiste vengono applicate delle agevolazioni economiche e finanziare di assoluto vantaggio (viene eventualmente valutato progetto di finanza agevolata).  E’ sempre a cura dalla stessa società di consulenza di rilevanza europea.

 

 

PROGETTI CONDIVISI FRA LE AZIENDE RETISTE SYNERGO RETE

 

 

SYNERP PER IL MONITORAGGIO CONTINUO DELLE CRITICITA’ AZIENDALI

 

SYNAPP PER LA RAZIONALIZZAZIONE DEI FLUSSI AZIENDALE

 

Si tratta dei due progetti principali della rete di cui il primo SYNERP è un E.R.P. aziendale che  intende inglobare al suo interno una pluralità di funzioni come la gestione integrata della relazione con i clienti (CRM), della supply chain (SCM), delle risorse umane (HCM) le risorse economiche finanziare e di marketing basandosi su algoritmi di Intelligenza artificiale capaci di mettere in relazione tutte le componenti aziendali al fine di avere una visione precisa dell’adamento attuale e futuro previsionale.

 

 

SYNAPP vuole creare un supporto utility agli “attori” della Rete Synergo, in particolare:

  1. Le aziende retiste
  2. I dipendenti delle aziende retiste
  3. Le aziende e i servizi utilizzabili dalla rete e dai suoi componenti

L’idea di base è quella di creare tre linee direttrici di servizi:

  1. Utility dipendenti (su base cloud)
  2. Utility azienda retista
  3. Piattaforma di interscambio servizi convenzionati (dipendenti e aziende retiste)

 

Utility dipendenti

Motore centrale dell’applicazione che contiene il database di tutti i dipendenti per azienda che consenta agli stessi di accedere alla loro documentazione e trasmettere tutte le loro comunicazioni riguardanti il rapporto di lavoro in essere (Ferie, permessi, malattie, infortuni ecc. ecc.) sia alla azienda distaccante che alla distaccataria.

 

Utility azienda retista

L’azienda retista può accedere direttamente al suo cloud per visionare ed estrapolare tutta la documentazione relativa alla sua posizione e quella dei suoi dipendenti.  Partecipare attivamente allo stato di avanzamento dei progetti interni alla rete interagendo con le altre aziende retiste. Proporre e attivare campagne pubblicitarie e scontistiche dei propri servizi e/o prodotti.

 

Piattaforma di interscambio servizi convenzionati (dipendenti e aziende retiste)

Questa sezione dell’app permette a tutti (personale e aziende retiste) di accedere e usufruire di tutti i servizi che verranno convenzionati  che si attivano in maniera  automatica (attraverso boot che si collegano alla piattaforma delle aziende convenzionate). L’esempio classico può essere la convenzione con supermercati per la spesa o con società finanziarie, banche per eventuali prestiti, agenzia di viaggio sia per vacanze che per viaggi di lavoro.

Questa progettazione è l’offerta centrale della Synergo Rete ed è parte integrante del programma di rete in piena condivisione con tutte le aziende retiste. I progetti e le successive piattaforme sono verticali per tutte le aziende è tuttavia possibile creare delle personalizzazioni (custom) per le singole realtà.   

 

 

 

 CODATORIALITA’ FRA AZIENDE RETISTE 

 

Come ben specificato nel nostro statuto nonché contratto di rete (i due documenti conicidono) all’articolo 19 è possibile che le imprese retiste ai sensi dell’art. 30 d.lgs. n. 276/2003 comma 4-ter possono utilizzare in distacco i dipendenti. Inoltre per le stesse imprese è ammessa la CODATORIALITA’ dei dipendenti ingaggiati con il distacco per soddisfare un proprio interesse per l’esecuzione di una determinata attività lavorativa. Per codatorialità si intende l’utlizzazione, appunto, della prestazione di uno o più soggetti, in forma cumulativa e/o promiscua, a favore di due o più imprenditori appartenenti all medesima rete di impresa seceondo le modalità e le forme stabilite nel contratto e programma di rete.

Il datore di lavoro originario ha l’obbligo di tutti gli adempimenti burocratici collegati all’instaurazione, gestione, modifica e cessazione del rapporto di lavoro.

Le finalità che si possono raggiungere tramite la codatorialità sono:

  • formazione dei dipendenti interna alla rete;
  • suddivisione dei costi tra le imprese codatrici;
  • creazione di un vero e proprio “mercato interno del lavoro”;
  • salvaguardia dei posti di lavoro come “valore sociale delle rete di imprese”

 

Tramite il distacco ai sensi dell’art. 30 d.lgs. n.276/203 si consegue la codatorialità che consiste nello sdoppiamento dei poteri verso il lavoratore distaccato:

Potere direttivo “ordinario” o “quotidiano”: viene delegato all’impresa distaccataria per la gestione pratica della prestazione e della sua organizzazione e del suo coordinamento, divenendo effettivo utilizzatore delle energie lavorative;

Potere disciplinare: resta in capo al datore distaccante, tale potere sarà eserciatato tramite l’elaborazione dei cedoli paga, le pratiche connesse alla gestione del rapporto di lavoro, il potere di contestare e sanzionare la prestazione. Il datore di lavoro distaccante rimane responsabile del trattamento economico e normativo nei confronti del dipendente distaccato rimane a carico e cura del datore di lavoro distaccante mantenendo il dovere di vigilare sulla corretta gestione del rapporto instaurato con il dipendente. Il datore di lavoro distaccante è il soggetto tenuto all’obbligazione retributiva, cointributiva e fiscale, non solo per le somme corrisposte ma anche per quanto erogato direttamente al distaccatario ai sensi della circolare Inps 24 dicembre 1997, n. 263 e circolare Min. delle Finanze 23.12.1997, n. 326/E.

 

PERTANTO tra il datore di lavoro distaccante ed impresa distaccataria non si configura per nessun motivo un regime di solidarietà nei confronti delle obbligazioni retributive e contributive del personale dipendente distaccato; così parimenti sono a totale carico del datore di lavoro distaccante le eventuali responsabilità penali, civili ed amministrative e conseguenti sanzioni, connessi ai rapporti di lavoro distaccati.

 

 

INNOVATION CENTER, RICERCA E SVILUPPO, FINANZA AGEVOLATA 

 

La Synergo rete ha stipulato importanti protocolli di intesa con varie Università Italiane e centri di ricerca collegati alle stesse o comunque certificati MIUR. Attraverso queste convenzioni la Synergo rete  fornisce  alle proprie aziende retiste supporto ed assistenza per la partecipazione ai programmi e alle iniziative di collaborazione nazionale nel campo della Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione (RSTI) e del trasferimento dei risultati delle ricerche.

Alle proprie aziende Synergo Rete si pone, inoltre, come un vero e proprio centro di orientamento fra la scelta del centro di ricerca e lo strumento di finanziamento piu consono al proprio progetto di innovazione di prodotto e/o servizio.

Gli esperti interni della rete (Innovation Manager) supporteranno le aziende retiste in tutte le fasi dalla progettazione alla realizzazione passando dai PANEL TEST per “testare il gradimento” del prodotto e/o servizio sui mercati individuati alla organizzazione del Marketing e Comunicazione ad hoc.

 

BLOCKCHAIN BLAZON

 

Grazie alla convenzione con l’azienda italo-inglese Blazon la rete per le proprie aziende retiste da l’opportunità di certificare i propri prodotti servizi alla Bolckchain  di Blazon

In effetti la Blockchain di Blazon rende possibile: un matrimonio di fiducia tra chi produce e chi consuma; perché sono soprattutto le aziende sane che chiedono verità al mercato, quelle che difendono ogni giorno il proprio lavoro, la propria genialità, la propria opera d’arte. La difesa dalla contraffazione appartiene a tutti gli ambiti del lavoro umano: dall’industria all’espressione artistica, passando attraverso le opere intellettive.

Blockchain è una rivoluzione tecnologica, ma anche un cambiamento radicale di mentalità nel fare impresa. L’archiviazione decentralizzata dei blocchi, la validazione dei dati affidata ad una rete di utenti e la univocità del dato stesso, rappresentano il valore della certificazione di qualità, di tracciabilità delle filiere produttive e dei passaggi di proprietà del bene stesso. Questa è l’innovazione.

Ma tecnicamente come avviene la CERTIFICAZIONE.

I soggetti che vogliono certificare un prodotto sono sottoposti essi stessi ad una prima azione di screening da parte dell’azienda Blazon SJC.

Si procede dunque all’acquisizione dei dati di composizione del prodotto, al fine di generare un codice di certificazione (QR Code). Il soggetto produce tutta la documentazione originale e reale che è servita alla realizzazione del prodotto stesso: le materie prime, le fatture di acquisto, gli attestati di provenienza, i certificati sanitari (settore alimentare), i protocolli di certificati esistenti, pesi, misure, quantità, dati di lavorazione, strumenti utilizzati, territori di provenienza, paesi di produzione, foto, ecc. Tutti dati certificati e archiviati in Blockchain.

Qualcuno direbbe che si tratta di un’autocertificazione affidata comunque all’uomo. E qui che avviene il cambio di mentalità. Con questa procedura l’autocertificazione diventa sinonimo di autodenuncia: se dico il vero, la tecnologia mostrerà a tutti il vero, viceversa, se dico il falso, sto consegnando la mia azione fraudolente al mercato e di conseguenza alle autorità competenti. Questo perché la Blockchain, come quella di Blazon, è di tipo pubblico e quindi soggetta al riconoscimento legale dello Stato e delle autorità di controllo.

Concludendo: con la certificazione in Blockchain di Blazon, il soggetto consumatore o fruitore finale avrà sempre una costatazione della qualità viva e dinamica, a portata di mano, perché potrà controllarla direttamente con l’ App di BLAZON NAVIGATOR, fotografando il QR Code con lo smartphone. Dall’altra parte le Aziende o i soggetti produttori daranno un “plus” al proprio lavoro e una garanzia di controllo sul prodotto, avendo una traccia continua del percorso che singolo bene compie.

Si precisa che la certificazione per le aziende retiste è gratuita, l’offerta economica si concretizza solo sull’emissione del QR CODE da pagare a sigolo prodotto (è ovvio che l’incidenza del singolo QR CODE per prodotto/servizio è minimale ed è legato alla tipologia di prodotto stesso).